LEGNO E BIOEDILIZIA

BIOEDILIZIA

Bioedilizia

Le costruzioni in bioedilizia e più in generale la bioarchitettura vengono teorizzate negli anni 70 e si caratterizzano per un atteggiamento corretto nei confronti dell'ecosistema, interdisciplinarità , utilizzo ottimale delle risorse, integrazione delle attività  umane con l'ambiente ed i fenomeni naturali, per migliorare la qualità  della vita oggi e nel futuro.  Il benessere e la sostenibilità  sono obiettivi primari delle costruzioni in bioedilizia, e la scelta di materiali privi di sostanze nocive e rigenerabili è  determinante. 
Il legno, nelle sue varie forme di utilizzo, è uno degli elementi fondamentali della bioedilizia.


TIPOLOGIE COSTRUTTIVE IN LEGNO

Parete strutturale xlam

Le tipologie costruttive basate sul legno si differenziano principalmente in quattro categorie che possono anche vivere in combinazione tra loro:
- Blockbau o Log House
- Balloon Frame e Platform frame
- Sistemi intelaiati travi pilastri spesso in struttura mista legno acciaio
- Sistema a parete lamellare portante in Cross Laminated Timber, comunemente detto X-LAM;  soggetto ad una sempre crescente diffusione. 
Il legname da noi utilizato proviene dalla gestione forestale sostenibile (GFS) con certificazione di catena di custodia secondo lo schema PEFC e/o FSC.


Sistemi costruttivi Blockbau o Log House
Molto diffusa nell'Europa centro-settentrionale e orientale e nella fascia alpina. Consiste nel sovrapporre tronchi di legno massiccio che vengono uniti fra loro negli angoli con un intaglio a mezzo legno. Talvolta per impedire che i vari tronchi escano dal piano parete, si inseriscono dei tasselli di legno o dei tiranti di viti in acciaio ad interasse di 1 m. Oggi il sistema è stato migliorato con l'utilizzo di tronchetti di legno massiccio o lamellare fresati longitudinalmente con doppia o tripla lavorazione a maschio e femmina per impedire l'uscita fuori piano parete e con la classica chiusura blockbau negli angoli. Tale tipologia è nota per il suo ottimo isolamento termico e per la rapidità  di messa in opera ed è particolarmente adatta alla prefabbricazione di piccoli edifici. L'ingente massa di legno che deve essere utilizzata e le limitate dimensioni dei tronchi influenzano i costi e le dimensioni del fabbricato rendendo questa soluzione economicamente non molto vantaggiosa.

Sistemi costruttivi Balloon Frame e Platform Frame
Tali sistemi hanno origine nordamericana e nascono dall'esigenza di realizzare abitazioni con forme semplici ma diverse costruite con elementi sempre uguali ad interassi costanti.
Nel caso del Balloon Frame la struttura ha un'ossatura formata da pilastrini di legno ad interasse ravvicinato che sostengono i carichi verticali, coadiuvati da tavole standardizzate con le quali si rifiniscono le pareti e gli elementi orizzontali come solai e coperture. Visto che le varie componenti hanno sempre sezioni costanti, nelle zone maggiormente sollecitate questi vengono accoppiati o triplicati senza aver bisogno di cambiare l'interasse o le dimensioni degli elementi portanti. Generalmente la struttura nasce come un elemento continuo dalle fondazioni in cemento fino alla sommità ed i solai vengono elusivamente appesi alle pareti, per questo motivo gli edifici che si possono realizzare sono di piccole dimensioni e raramente superano i due piani di altezza.
Il sistema Platform Frame è del tutto identico a quello precedente, tranne che le facciate non sono continue; i pannelli parete sono dell'altezza di un piano e ogni solaio si appoggia alla parete sottostante formando appunto una piattaforma per il piano successivo. Tale sistema, fortemente utilizzato in Canada e Gran Bretagna, ha portato alla realizzazione di edifici di qualche piano di altezza.

Sistema costruttiuvo in "Cross Laminated Timber" , X-LAM
Il sistema XLAM è innovativo, sicuro e dinamico che impiega pannelli di legno nella realizzazione di pareti, solai e diaframmi di copertura per qualsiasi tipo di struttura. Il pannello XLAM è un prodotto ingegnerizzato in legno composto da almeno tre strati di tavole in legno di conifera reciprocamente incrociati ed incollati; le tavole che compongono il pannello appartengono alla classe di resistenza minima C24 - S10, preventivamente piallate e classificate, sono giuntate mediante giunti minidita, tipo finger joint, al fine di garantire la continuità   strutturale tra lamelle che compongono i singoli strati. La struttura del pannello ottenuta mediante incollaggio di tavole incrociate per elevata valenza prestazionale permette una totale stabilità  dimensionale conferendo al prodotto una rigidezza che lo rendono adeguato agli impieghi strutturali più spinti anche multipiano.